Amministratore del personale in azienda: chi è e di cosa si occupa

299
Amministratore del personale in azienda

Nel settore del diritto del lavoro, c’è una figura professionale molto importante incaricata di gestire tutti i rapporti di lavoro tra azienda e dipendenti, in ogni fase. Stiamo parlando dell’amministratore del personale, che ricopre il delicato ruolo di gestione degli adempimenti amministrativi e fiscali, della documentazione relativa al rapporto di lavoro obbligatoria per legge, delle risorse umane e della comunicazione degli inquadramenti aziendali agli enti preposti.

Per diventare amministratore del personale è fondamentale formarsi nel mondo delle risorse umane: oltre alla Laurea in ambito economico o giuridico e ai corsi di specializzazione e aggiornamento, frequentare un ciclo formativo specialistico post-universitario, come ad esempio un Executive Master in Amministrazione del Personale, rappresenta una scelta vincente per sviluppare conoscenze tecnico-specialistiche, costituire una nuova mentalità manageriale e apprendere quelle competenze necessarie a potenziare la propria carriera nell’amministrazione del personale.

Quali sono le mansioni specifiche di un Amministratore del personale

Come abbiamo anticipato sopra, l’amministratore del personale si occupa della gestione di tutti gli adempimenti, con relativa documentazione, del percorso lavorativo dei dipendenti di un’azienda, dal momento dell’assunzione fino a quello del licenziamento o delle spontanee dimissioni o del pensionamento.

In questo senso, deve quindi prendere in carico la stipula del contratto di lavoro, onboarding, formazione e creazione dell’anagrafica del personale e del libro unico del lavoro (LUL), ma anche gestire i sistemi welfare e le procedure di salute e sicurezza interne. Inoltre, in ottica di gestione delle risorse umane, oltre al controllo dell’orario di lavoro, deve anche occuparsi della vita lavorativa di ogni dipendente in termini di ferie, permessi, straordinari, salari e retribuzioni, buste paga (payroll), benefit, assenze, congedi, infortuni, ecc.

Deve poi collaborare con gli Enti incaricati per tutto ciò che riguarda l’inquadramento aziendale richiesto dalla Legge e gli obblighi contributivi e fiscali, comunicando cioè posizione lavorativa, mansioni, qualifiche e competenze in modo chiaro, preciso e puntuale.

Quali competenze deve avere un amministratore del personale

L’amministratore del personale è un ruolo prestigioso e molto importante, ma è anche complesso e richiede competenze specifiche per poter essere svolto nel modo giusto. Prima di tutto, deve essere un professionista altamente specializzato e con un elevato livello di preparazione: oltre a una Laurea in giurisprudenza o economia, deve avere una conoscenza approfondita in campo amministrativo, fiscale e contabile, ma anche una buona dimestichezza con il diritto del lavoro, la gestione delle risorse umane e le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Inoltre, deve possedere abilità di problem solving, comunicazione efficace, capacità operativa e analiticità. Deve poi saper interpretare in modo approfondito la normativa vigente e saper cogliere le logiche più profonde delle norme e delle procedure gestionali, anche all’interno di un’organizzazione complessa. Infine, deve sviluppare un’ampia conoscenza delle tecnologie informatiche e telematiche, che sempre più spesso si rivelano indispensabili per ottimizzare il lavoro e rendere le procedure più snelle e ottimali.

Il percorso formativo per diventare amministratore del personale

Gli addetti all’amministrazione del personale che vogliono salire di livello, i consulenti del lavoro, commercialisti e avvocati che vogliono acquisire conoscenze specialistiche o i professionisti laureati alla ricerca di un impiego importante, possono frequentare un Master per intraprendere la carriera di amministrazione del personale.

Si tratta di un percorso altamente formativo che permette di approfondire tutti gli aspetti legati all’amministrazione e la direzione del personale in azienda, con focus sulla normativa vigente, le norme e le procedure gestionali, i percorsi operativi e le pratiche richieste dagli enti pubblici di riferimento. Si tratta di Master di altissimo profilo, orientati ad affrontare le sfide concrete del settore e a fornire indicazioni precise, in modo da poter intraprendere una carriera solida come amministrazione del personale senza difficoltà e sorprese.