Corsi obbligatori sicurezza sul lavoro: contenuti, modalità e durata

18
Corsi obbligatori sicurezza sul lavoro

C’è ancora oggi molta confusione per quanto riguarda i Corsi obbligatori sicurezza sul lavoro. Infatti c’è ancora chi crede che non si tratti di corsi obbligatori. C’è chi pensa che non sia necessario che in azienda vi sia un responsabile. Buona parte delle persone crede che l’unico responsabile possa essere il datore di lavoro. Queste e molte altre sono le false credenze che aleggiano sui corsi per la sicurezza.

Corsi obbligatori sicurezza sul lavoro: facciamo un po’ di chiarezza

I corsi per la sicurezza sul lavoro sono obbligatori, sì, è proprio così che stanno le cose. Non sono obbligatori però per tutti i lavoratori. In un’azienda deve infatti esserci un responsabile della sicurezza, una persona che gestisce rischi e prevenzione. Questa persona deve essere designata dal datore di lavoro, che andrà a scegliere la figura più adatta tra i suoi dipendenti. Nella maggior parte dei casi ovviamente un solo responsabile non è sufficiente. Se si lavora su turni è infatti possibile che quel responsabile non sia sempre presente in azienda. È necessario quindi scegliere più persone in modo che vi sia sempre un collaboratore presente. In alcuni casi il datore di lavoro può assumere questa responsabilità sulle proprie spalle, ma solo nel caso di aziende di piccole dimensioni.

Il responsabile della sicurezza deve seguire dei corsi obbligatori sicurezza sul lavoro, in modo da ottenere tutte le competenze per una corretta valutazione dei rischi, per fare prevenzione all’interno dell’azienda, per limitare ogni possibile danno e intervenire tempestivamente in caso di problemi. Il responsabile della sicurezza deve anche capire come informare i lavoratori. Anche se questi non devono essere sottoposti a corsi di formazione, devono essere informati dei rischi che corrono ogni giorno e del modo migliore per minimizzarli.

Corsi obbligatori sicurezza sul lavoro

Esistono dei corsi obbligatori anche per i liberi professionisti? Per alcune categorie di liberi professionisti assolutamente sì. Prendiamo ad esempio in considerazione ingegneri, geometri, periti e architetti che devono andare a lavorare in un cantiere temporaneo. Il cantiere è un luogo di lavoro molto rischioso, è quindi importante che il professionista sia in grado di gestire al meglio la sua sicurezza. Affinché possa assolvere a questo compito, un corso di formazione è necessario. Da ricordare che in questo caso il professionista ha anche modo, attraverso il corso, di ottenere i crediti formativi professionali previsti per legge.

Corsi obbligatori sicurezza sul lavoro: durata e modalità di erogazione

Quanto dura il corso di sicurezza sul lavoro? Nel caso di rischio basso, il corso ha una durata di 8 ore di cui 4 sono dedicate alla formazione generale e 4 invece al rischio specifico. Se il rischio è medio, il corso di formazione ha una durata maggiore. Dura infatti 12 ore, ripartite in 4 ore di formazione generale e 8 invece di rischio specifico. Infine il rischio alto. In questo caso il corso di formazione è della durata di 16 ore, con 4 ore di rischio generale e 12 invece di rischio specifico.

Le modalità di erogazione disponibili sono tre:

  • In aula. Questa è la modalità di erogazione classica. Nonostante sia sempre meno diffusa, continua ad essere scelta da molte aziende che preferiscono che i loro lavoratori si formino in modo diretto, entrando in contatto di persona con i docenti.
  • In videoconferenza. Si mantiene il contatto diretto con il docente, ma in modalità virtuale. Il lavoratore infatti deve connettersi in tempo reale, ma anziché recarsi in aula, può formarsi da qualsiasi luogo in cui sia disponibile una connessione web. Ovviamente è possibile collegarsi in videoconferenza non solo da PC, ma anche da device mobile.
  • In modalità e-learning. Questa sì che è innovazione, una modalità di erogazione che permette di rispondere alle esigenze di ogni lavoratore al meglio. Consente infatti di formarsi da ogni luogo e da ogni device. Consente anche di formarsi in ogni momento della giornata, dato che la piattaforma per la formazione è accessibile ogni giorno e ovviamente 24 ore su 24.

La modalità e-learning è sicuramente tra le migliori, facili, innovative e performanti che si possano scegliere. Oggi esistono moltissime piattaforme online che offrono questo servizio a vari corsisti. Tra le tante, spicca, senza dubbio, la piattaforma www.agatosservice.it. In pochi click è possibile effettuare l’acquisto del corso desiderato. Si ricevono subito le credenziali per l’accesso alla piattaforma e si possono iniziare a seguire immediatamente i corsi di formazione prescelti. Un sistema accessibile ogni giorno della settimana e 24 ore su 24, da PC, notebook, smartphone e tablet.

La modalità di erogazione dipende dal tipo di corso ovviamente, ma è indubbio che le modalità online vadano, oggi come oggi, per la maggiore. Comportano, come abbiamo visto, molti vantaggi e consentono di risparmiare tempo e di rendere la formazione semplice, immediata e persino piacevole. Proprio per questo motivo sono sempre più numerose le realtà formative che offrono piattaforme e-learning di ultima generazione.