Pergole bioclimatiche: innovazione e comfort

43
Pergole bioclimatiche

Sul mercato oggi sono disponibili moltissime diverse tipologie di tende da sole. Chi desidera ombreggiare un’area esterna, più o meno grande, non ha che l’imbarazzo della scelta per completare il proprio progetto. Ad esempio le tende da sole a caduta verticale per balcone sono l’ideale per chi ha poco spazio a disposizione, mentre le cappottine sono la soluzione definitive per vetrine e negozi. Esistono però dei modelli particolari di tende che hanno risolto del tutto il problema legato alla variabilità delle condizioni climatiche: le pergole bioclimatiche.

Eleganti, innovative e confortevoli, sono il top della tecnologia moderna, che somma all’estetica di concetto, la funzionalità razionale della praticità quotidiana. Le bioclimatiche sono infatti state inventate per permette a chiunque di sfruttare gli spazi outdoor durante tutto l’anno, indipendentemente dal tempo e dalla temperatura. Impianti tecnologici perfettamente inseriti nel complesso ambientale, che integrano tecnologia ed estetica, comfort e usabilità. Tutto in un’unica pergola, godibile tutto l’anno.

Pergole Bioclimatiche: come sono fatte

Vivere l’outdoor con una pergola bioclimatica, non è mai stato così facile. Si tratta di strutture solide e resistenti, dal design ricercato che sfruttano una tecnologia innovativa ed unica. Solitamente sono realizzate in alluminio, un materiale leggero, resistente e durevole. Plasmabile facilmente nelle forme desiderate, l’alluminio è completamente ecologico, perchè riciclabile al 100% durante tutta il suo ciclo vitale. L’impatto ambientale è quindi minimo, il che gioca a favore di questo versatile materiale.

Un materiale che vanta altri notevoli pregi, tra cui la forte resistenza alle intemperie, agli agenti atmosferici e, soprattutto, agli sbalzi di temperature (caldi o freddi che siano). Ma la caratteristica predominante delle pergole bioclimatiche non è certo il materiale costitutivo. Lo sono invece le lamelle frangisole orientabili e retraibili. Sono loro le vere star protagoniste della rivoluzione ambientale e strutturale delle nuove pergole.

Pergole bioclimatiche

Le lamelle infatti sfruttano le condizioni ambientali circostanti per creare un equilibrio perfetto tra ventilazione, ombreggiatura e illuminazione naturale. Anche le lame sono realizzate in alluminio e possono arrivare a ruotare fino a 140°, ove richiesto. L’inclinazione regolabile, permette di modulare luminosità ed areazione.

Infine, in caso di pioggia, magari improvvisa, non c’è bisogno di rientrare in casa, perchè le lamelle frangisole si possono richiudere automaticamente con un semplice comando. Il Sistema convoglia l’acqua piovana in gronde perimetrali, o pluviali, integrate nella struttura stessa.

Tipologie di pergole bioclimatiche

Le pergole bioclimatiche  si suddividono in: 

  1. Autoportanti
  2. a piantane anteriori
  3. senza piantane 

Le autoportanti sono strutture costruite ex-novo e non necessitano di pareti di appoggio per essere fissate alla muratura. La struttura sorregge il peso di se stessa, senza montanti laterali, verticali e orizzontali.

Le pergole bioclimatiche a piantane anteriori invece sono ancorate ad una parete di appoggio grazie all’ausilio di staffe e ganci. La parte anteriore invece è sorretta da colonne verticali e montanti laterali.

Infine quelle senza piantane non presentano strutture verticali a sorreggere la copertura e sono fissate ad un muro posteriore di appoggio.

Ogni modello poi può prevedere anche l’applicazione di vari optional, come ad esempio:

  • Automatismi
  • Accessori per il Sistema di illuminazione a led
  • Complementi decorative
  • Ecc…