Postura scorretta: cause, dolori e rimedi

48
Postura scorretta

Quando si avvertono dolori alla schiena, oppure al collo, la colpa è sempre della postura scorretta. Lo squilibrio posturale, che si identifica quasi sempre con la presenza delle spalle incurvate in avanti, ha diverse cause e provoca differenti sintomi negli individui, anche inimmaginabili. Un modo sicuro per eliminare i sintomi è sicuramente fare ginnastica posturale, quindi riequilibrare l’individuo a una postura corretta.

La ginnastica posturale, infatti, è l’attività fisica principale per correggere atteggiamenti vertebrali scorretti. La pianificazione di un programma personale parte sempre dall’analisi dei recettori. Successivamente è necessario definire esercizi specifici, da eseguire  in sequenza, tenendo conto della complessità del sistema. Si parte da esercizi facili per arrivare a quelli più complessi, andando, poco per volta, a integrare tutti i recettori coinvolti. Bisogna contattare professionisti del settore come www.personalmilano.it per avere ottimi risultati.

Postura scorretta sintomi rilevanti

I sintomi si possono dividere in tre aree rilevanti per l’individuo, che non sono sempre coinvolte insieme nei dolori:

  • Area cervicale – i sintomi a questo livello sono molto frequenti. Tantissimi adulti soffrono di dolori alla cervicale. In questo caso hanno avuto un ulteriore ruolo negativo le tecnologie e gli schermi che fanno mettere le persone in posizione scorretta, ma non solo, anche prendere molto freddo e non asciugare i capelli fa aumentare questi dolori.
  • Schiena – la colonna vertebrale tollera un immenso carico, perciò tante persone soffrono di frequenti dolori in questa zona. Spesso accade anche che il materasso non è idoneo alla postura oppure si è troppo sedentari.
  • Area lombare – la zona più sollecitata della schiena è quella lombare. Lì si scaricano le tensioni dei muscoli posteriori e anche della schiena.

Cause postura scorretta

Non esiste una singola causa per lo squilibrio posturale, piuttosto delle cattive abitudini. Ecco quali sono i comportamenti più frequenti:

  • Stare troppo tempo seduti e non fare attività fisica provoca danni
  • Usare per troppo tempo il telefonino per mandare messaggi fa restare in posizione curvata
  • Sedersi male su sedia e divano
  • Muoversi con zaini o borse eccessivamente pesanti
  • Usare scarpe scomode o che modificano la postura, quindi tacchi o scarpe troppo basse
  • Stare molto fermi in piedi scaricando il peso su una sola gamba
  • Muscoli troppo rigidi.

La postura scorretta e i personal training: ecco degli esercizi per capire la zona infiammata

I muscoli molto rigidi sono una delle cause di una postura scorretta, perchè di base limitano i movimenti e uniti agli altri fattori provocano  disagi e dolori. I muscoli rigidi talvolta sono costituzione, ma è possibile anche che non siano allenati, o che ci sia stato qualche trauma. Ci sono degli esercizi simili a quelli di yoga, o al riscaldamento pre allenamento, che aiutano la postura se fatti con costanza:

  • La catena – abbassati in modo rilassato e con le gambe ben dritte, come se volessi toccarti la punta dei piedi. Non è importante se non riesci a toccarli, basta avere un movimento deciso e mantenere l’equilibrio e capire se ti fa male qualcosa.
  • La catena anteriore – basta tenere le ginocchia ben dritte, estendere la schiena all’indietro e le braccia lungo i fianchi. Importante valutare quanto si riesce ad andare all’indietro e se si avverte dolore facendolo.
  • La catena laterale – spingere bene indietro le spalle, per evitare di compensare con la rotazione del busto, bisogna scendere lateralmente e far in modo che la mano scorra lungo il lato esterno della gamba.

Postura scorretta

Questi esercizi in generale si fanno per capire quanto la zona possa essere infiammata e dove si deve andare a lavorare per migliorare la postura.

La postura scorretta: esercizi base

Ci sono degli esercizi specifici che si danno da fare in caso di squilibrio posturale. Uno fondamentale è la respirazione diaframmatica. Bisogna sdraiarsi a pancia in su e mettere sulla pancia un libro per capire se respirando ci muoviamo o irrigidiamo qualche muscolo. La stessa cosa dobbiamo farla quando facciamo fuoriuscire l’aria. Bisogna inspirare con il naso e gonfiare la pancia, non dovremo muovere il torace, né le spalle. Lo si può ripetere e cercare di non muovere i muscoli e rilassarsi.

Ecco un altro esercizio utile per allungare tutti i muscoli posteriori della colonna, ossia il rinforzo della catena posteriore. Bisogna sedersi a terra e utilizzare una fascetta non elastica, poi bisogna distendere le gambe e far passare la fascetta dietro i piedi e mantenerla con le mani, avvicinare la mani ai piedi e permette di far raddrizzare la colonna. Questi esercizi sono molto utili, ma senz’altro per avere risultati bisogna comunque fare una ginnastica posturale adeguata con un professionista.