Tenda da sole per esterno: come ottenere la detrazione fiscale

232
Tenda da sole per esterno

 La detrazione fiscale per le tende da sole per esterno è stata confermata anche per questo 2021. Quindi, prima di iniziare a comprare tende da sole a caduta, piuttosto che cappottine o pergole bioclimatiche, è bene informarsi al meglio per usufruire di tutte le agevolazioni previste. La nuova Legge di Bilancio 2021 prevede infatti una detrazione IRPEF del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di una o più schermature ai raggi solari. Ogno spesa sostenuta dal primo gennaio al 31 dicembre, rientra nel bonus tende.

Il bonus gira tutto attorno alla capacità delle tende da sole per esterni di schermare l’abitazione dai dannosi raggi UV, di trattenere il calore all’interno degli ambienti e all’isolamento termico che ne consegue. Un isolamento che si traduce in minore necessità di accendere I caloriferi, o I termosifoni, per riscaldare le varie zone di casa. Un incentive improntato tutto al risparmio energetico domestico. 

Tende da sole per esterno: tipologie valide per la detrazione

In pratica qualunque schermatura solare e/o copertura rientra nel Bonus Tende. Ne esistono vari modelli e per ognuno di essi può essere richiesta la detrazione fiscale:

  • Tende a rullo
  • Zanzariere con schermatura solare
  • Tapparelle
  • Persiane
  • Veneziane
  • Frangisole
  • Tende in tessuto
  • Tende bioclimatiche con lamelle frangisole orientabili 

Tenda da sole per esterno

Esistono però dei requisiti di applicazione che devono essere rispettati affinchè sip ossa accedere legalmente al bonus:

  • La tenda da sole per esterno deve essere installata a protezione di una superficie vetrata
  • L’installazione può avvenire all’interno, all’esterno, oppure integrate nella finestra stessa
  • La schermatura deve essere mobile

Chi può richiedere la detrazione fiscale

Chiunque acquisti delle tende da sole per esterni può inoltrare richiesta per ottenere il bonus, purchè siano rispettati I requisiti di applicazione. Nello specifico ne possono fare richiesta:

  1. Persone fisiche soggette ad IRPEF
  2. Persone giuridiche assoggetatte ad IRES 

Questo significa che: proprietari di immobili, inquilini, beneficiari di comodato o usufrutto su immobile, condomini per interventi su parti comuni, imprenditori titolari di imprese, associazioni tra professionisti, enti pubblici, enti privati, istituti autonomi e professionisti che utilizzano un edificio per lo svolgimento delle proprie attività, possono farne richiesta.

Non vi è alcun obbligo di sostituzione degli infissi. La detrazione può essere richiesta sia acquistando ex novo, che sostituendo le vecchie tende da sole per esterno. Ad ogni modo, anche se non c’è obbligatorietà, chi volesse sostituire gli infissi, ha sempre e comunque la possibilità di richiedere il bonus.

Come richiedere la detrazione

Il Bonus Tende è quindi valido per nuovi acquisiti e sostituzioni e per qualunque tipologia di copertura e schermatura solare, purchè siano rispettati I criteri di applicabilità. Il pagamento deve essere fatto tramite bonifico parlante bancario, o postale. Sul bonifico devono essere riportati I seguenti dati:

  • causale di legge
  • codice fiscale
  • numero fattura
  • data fattura

é inoltre obbligatoria in fattura la dicitura: “Schermature solari ai sensi del D.lgs 311/2006 allegato M”. La fattura va inviata successivamente all’ENEA tramite il loro sito,  +la con la scheda descrittiva dell’intervento. L’invio deve essere fatto entro e non oltre 90 giorni dal termine dei lavori di installazione.