WordPress plugin: cosa sono, a cosa servono e quali usare

117
WordPress plugin

WordPress è uno dei CMS più utilizzati e apprezzati nel mondo della realizzazione di siti internet. Facile da usare, intuitivo, sempre aggiornato e alla portata di tutti, anche dei principianti. Non occorre essere dei programmatori esperti per imparare ad usarlo e le sue molteplici funzioni possono essere ampliate, integrate e migliorate da centinaia di diversi plugin. I plugin WordPress sono dei veri e propri pezzi di codice e/o programmi che completano moltissime funzioni di WP. Nella creazione di un sito web ci sono diverse scelte da fare: acquistare l’hosting migliore, quali sono i migliori temi WordPress da comprare per il progetto da realizzare e quali sono i plugin più adatti ad aggiungere le funzioni necessarie a perfezionarne le funzionalità. Esistono davvero tantissimi differenti plugin ciascuno dei quali presenta caratteristiche proprie e che operano su diversi aspetti, funzionali ed estetici, di un sito web.

WordPress plugin: cosa sono e a cosa servono

Come specificato in apertura articolo, i plugin sono dei codici o programmi che ampliano o migliorano le funzioni di WordPress. In pratica è come se fossero delle vere e proprie app da comprare (ma non tutti) scaricare e installare sul proprio sito. Svolgono diverse funzioni.

Esistono plugin che servono, ad esempio, a gestire la SEO del proprio sito, oppure a migliorarne la velocità, o ancora a mettere in manutenzione il sito durante la sua realizzazione, o ad eseguire backup automatici e programmati. I plugin si possono trovare gratuiti o a pagamento. Di solito i plugin a pagamento sono costantemente aggiornati e offrono un’assistenza migliore e più veloce di quelli gratuiti. Tuttavia ci sono alcuni WordPress plugin gratuiti davvero molto validi.

WordPress plugin

Installare troppi plugin su di un sito potrebbe abbassarne le prestazioni. Per questo motivo è consigliato non installare più di 15 plugin, per evitare complicazioni, rallentamenti e blocchi. Per l’installazione dei plugin su WordPress non è richiesta nessuna specifica conoscenza di programmazione, basta avere solo qualche accortezza.

I migliori plugin per WordPress

è impossibile stilare una classifica univoca che vada bene a tutti e per tutto. Quindi ci limitiamo ad elencare alcuni dei plugin migliori, più scaricati/acquistati, che in questi anni sono stati sviluppati da vari programmatori:

  1. Yoast SEO – in assoluto il miglior plugin per l’ottimizzazione SEO del proprio sito (pagine e articoli). Tante le funzioni che mette a disposizione e facilissima l’installazione.
  2. WP Super Cache – questo plugin serve a creare una copia di un sito che gli utenti visualizzeranno in corso di navigazione. Questo “trucchetto” permette così di caricare molto più velocemente i contenuti delle varie pagine.
  3. WP Maintenance Mode – molto popolare e apprezzato, serve a mettere in manutenzione un sito in corso di ristrutturazione o costruzione. La schermata di “manutenzione” è personalizzabile.
  4. Breadcrumb NavXT – le briciole di pane con questo plugin non saranno più un problema.
  5. Sucuri – la sicurezza di un sito non è mai abbastanza. Il plugin aiuta a bloccare e a rimuovere eventuali malware. Ripulisce le aree attaccate e i file modificati.
  6. Redirection – serve a monitorare gli errori 404, vale a dire le pagine non trovate e a gestire i reindirizzamenti 301.
  7. Duplicator – uno strumento molto utile per duplicare, clonare, fare un backup e trasferire un sito web.
  8. JetPack – con questo plugin sono integrate diverse funzioni utilissime alla piattaforma realizzata in versione .com
  9. Buddypress – grazie a questo elemento è possibile aggiungere diverse funzioni “social” al proprio sito.
  10. WooCommerce – grazie a lui un qualunque sito vetrina, può essere trasformato in un eCommerce.